Partecipattivi

Iniziative

Partecip@ttivi prevede l’organizzazione di 25 iniziative di partecipazione che spaziano dai tradizionali brainstorming e focus group fino agli strumenti di partecipazione che coniugano apprendimento e partecipazione, come le passeggiate di quartiere, i forum multistakeholder on line e i laboratori di gaming partecipativo, passando per gli strumenti e le metodologie più innovative come Sharitories e che sfruttano le nuove tecnologie come gli ETM – Eletronic Town Meeting.

 

Di seguito l’elenco delle iniziative di progetto:

  • 3 Laboratori di game partecipativo: attraverso il gioco si intende aumentare il coinvolgimento dei cittadini nella gestione della città. Obiettivi strategici a cui si applica il laboratori di game design sono “Aumentare la partecipazione dei cittadini nella vita amministrativa del Comune di Palermo”, “Aumentare l’efficienza dei servizi amministrativi ai cittadini”, “Migliorare la vivibilità”);
  • 2 Workshop Sharitories e applicazione del Toolkit per i territori collaborativi: strumento innovativo di partecipazione strutturato come un gioco serio finalizzato a promuovere le pratiche dell’economia collaborativa all’interno dei sistemi territoriali. Obiettivi strategici a cui si applica il Toolkit sono “UNESCO – Palermo Arabo Normanna” e “Aumentare la visibilità e l’attrattiva della città nell’ambito dello sviluppo economico – imprenditoriale”.
  • 4 Forum Settoriali Multistakeholder on line: attivazione e facilitazione di uno spazio dedicato al coinvolgimento diretto e alle interazioni tra soggetti coinvolti nel processo partecipativo sui temi del “Potenziamento dell’offerta culturale”, “Scuola più vivibile”, “Migliorare la vivibilità”, “Ricadute positive in termini di occupazione”. Nella sezione Community saranno presto disponibili gli spazi di discussione dedicati.
  • 5 Brainstorming, momenti di riflessione e condivisione di contributi creativi e relative declinazioni operative. Obiettivi strategici a cui si applica il brainstorming: “Innovare, semplificare e razionalizzare la macchina amministrativa dell’Ente”, “Potenziamento dei Servizi Sociali”, “Garantire l’integrazione sociale attraverso il diritto allo studio”, “Consolidare la sensibilità alle tematiche ambientali”, “Realizzare/Adeguare spazi, infrastrutture e/o opere pubbliche da destinare alle attività produttive”.
  • 3 Passeggiate di quartiere, attraverso le quali vengono raccolte le esigenze della popolazione residente, nonché le proposte per la risposte alle stesse. Obiettivi strategici a cui si applica: “Favorire un maggiore coinvolgimento del pubblico e maggiore diffusione della conoscenza del patrimonio culturale cittadino”, “Incrementare e curare gli spazi, in particolare le periferie cittadine”, “Sostegno alle fasce deboli della popolazione”.
  • 4 Focus group incontri di discussione facilitati da conduttori esperti, finalizzati a fare emergere punti di vista e prospettive de diversi attori coinvolti. Obiettivi strategici su cui si applicano i focus group: “Intraprendere azioni volte a garantire maggiore trasparenza e la prevenzione della corruzione”, “Assicurare un efficace prelievo tributario”, “Rendere Palermo più ecologica, democratica ed accogliente”, “Aumentare la visibilità e l’attrattiva della città nell’ambito dello sviluppo economico – imprenditoriale”.
  • 1 Analisi SWOT Partecipata, un laboratorio di analisi su un ventaglio di interventi praticabili, strumenti e obiettivi specifici per l’aumento della sicurezza e della percezione della sicurezza nella città. Obiettivo strategico a cui si applica: “Rendere la città più sicura”.
  • 2 Laboratori tematici, incontri di analisi e progettazione partecipata di proposte di cambiamento su specifiche fragilità istituzionali. Obiettivi strategici a cui si applica: “Attivazione dei percorsi istituzionali integrati di politiche educative rivolte all’infanzia e all’adolescenza” e “Incrementare e curare gli spazi, in particolare le periferie cittadine”.
  • 1 ETM – Electronic Town Meeting, un forum che permette l’interazione e la discussione, in contemporanea, di centinaia di persone, efficace per affrontare temi di interesse pubblico e prendere posizione su politiche locali. Obiettivo strategico a cui si applica: “Creare ricadute positive in termini di occupazione e imprenditorialità”.