Partecipattivi
Ricerca & Metodo

SHARITORIES | Giocare con l’economia collaborativa per le imprese e il turismo

a cura di Daniele Fappiano
Imprenditore, innovation advisor, business coach
OuiShare Italia – Progetto Sharitories

Con il team di OuiShare Italia abbiamo realizzato due workshop Sharitories a Palermo, il 12 e 13 ottobre 2017, presso l’Ecomuseo Urbano Mare Memoria Viva. Queste attività sono state svolte nell’ambito del progetto Partecip@attivi, finalizzato alla promozione della democrazia partecipativa tra i cittadini. Il primo workshop è stato dedicato a Palermo produttiva, imprenditoriale, mentre il secondo workshop ha avuto come tema la Palermo Arabo-Normanna.

Utilizzando gli strumenti del Collaborative Territories Toolkit, abbiamo coinvolto i partecipanti in un ‘gioco serio‘, per immaginare il territorio palermitano come una piattaforma nella quale abilitare dinamiche collaborative: scambio, condivisione, coproduzione, cogestione.

I vari tavoli di lavoro, composti da diversi stakeholder, sono stati facilitati nell’apprendimento e nell’uso degli strumenti anche per mezzo di un manuale e di apposite card disegnate, raffiguranti i trenta principali settori dell’economia collaborativa.

L’attività si è sviluppata con una prima introduzione alle tematiche dell’economia collaborativa. Successivamente sono stati introdotti al gruppo i “fondamentali” della Metodologia Sharitories, che unisce il modello di “gioco serio” alla soluzione di problemi concreti, in questo caso in ambito imprenditoriale e turistico locale.

Nello specifico i workshop Sharitories vengono generalmente suddivisi in otto fasi principali:

  • Scelta di un focus tematico per ogni tavolo
  • Identificazione delle sfide
  • Scelta degli esperti dei settori
  • Lettura e studio del booklet
  • Card time! Si lavora sulle opportunità (economia collaborativa) e i punti di forza (già presenti)
  • Identificazione delle priorità
  • Identificazione delle difficoltà
  • Pitch time – comunicazione dei risultati a tutti

Il workshop dedicato al tessuto imprenditoriale palermitano ha evidenziato come le esperienze di Coworking, peraltro già presenti a Palermo, siano una direzione in cui è importante continuare ad investire. La necessità di sviluppare questo modello collaborativo supera la semplice condivisione di uno spazio di lavoro, per favorire l’interazione tra le persone in ottica di sharing economy. È in più possibile valorizzare spazi non completamente utilizzati, trasformandoli in luoghi di lavoro o location per eventi: un esempio emerso riguarda gli spazi di una Scuola di Inglese, utilizzati intensamente ma solo in certi orari della giornata, che possono essere un luogo di coworking in alcune fasce orarie ed un luogo ideale per eventi relazionali in altri orari.

Parlando di Open Data la conversioni si è sviluppata in modo altrettanto intenso ed interessante: è emerso un grande lavoro già fatto da Open Data Sicilia, ma non utilizzato e valorizzato al meglio dagli imprenditori. I motivi sono diversi, ma più importanti sembrano essere mancanza di informazione, necessità di sviluppare sensibilità più diffusa sull’importanza del tema in questione e, più in generale, l’importanza di facilitare agli imprenditori l’accesso, la fruizione e l’interpretazione dei dati.

Per il workshop sulla Palermo Arabo-Normanna gruppo di partecipanti ha beneficiato della presenza di una classe di studenti dell’Istituto Tecnico Economico per il Turismo di Palermo. L’esperienza e la voglia di imparare degli studenti con i propri insegnanti ha consentito la creazione di quattro tavoli di lavoro molto eterogenei come composizione, facilitando pertanto un confronto che ha coinvolto fasce di età diverse con variegate esperienze e visioni del mondo.

Ogni tavolo di lavoro ha individuato le principali sfide e tutte le possibili soluzioni collaborative immaginate tramite gli strumenti di Sharitories, trovando le opportunità già presenti a Palermo e sulle quali basare le soluzioni individuate. Infine a tutti i tavoli è stato chiesto un pitch pubblico che abbiamo facilitato nelle tempistiche e nelle modalità di esposizione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: