Partecipattivi
diario di bordoPRG

Trasformare i punti di debolezza del territorio in punti di forza

Schermata 2014-10-20 a 10.01.01Intervista a Fabio Florio – imprenditore edile

Fabio Florio ha messo in evidenza come la città di Palermo sia caratterizzata da numerose aree che costituiscono attualmente dei punti di debolezza, ma potrebbero essere trasformati in punti di forza e poli di sviluppo della città. Insieme abbiamo passato in rassegna alcuni di questi luoghi: la stazione Notarbartolo – Lolli, il complesso della Fiera, la caserma Cascino, la zona San Polo vicino i mercati generali.

Per promuovere la loro rigenerazione sarebbe sufficiente un’azione di project financing ovvero una operazione di tecnica di finanziamento a lungo termine in cui il ristoro del finanziamento stesso è garantito dai flussi di cassa previsti dalla attività di gestione dell’opera realizzata. Se venissero garantiti dei servizi minimi di assistenza da parte dell’amministrazione rispetto a queste modalità di finanziamento non sarebbe difficile trovare privati interessati ad investire.

Al momento però questo tipo di processi risulta bloccato, anche per mancanza di un impegno sufficiente da parte dell’amministrazione. In generale la possibilità di rigenerare la città risulta ostacolata dall’assenza di un chiaro progetto di sviluppo, capace di orientare interventi sia da parte del pubblico che da parte di privati.

 

One comment
  1. Giuseppe Di Giovanni

    La città ha a disposizione un patrimonio edilizio inutilizzato, spesso bloccato da lungaggini burocratiche e sequestri per mafia. vogliamo davvero che resti tutto sigillato? deve esistere soltanto “pietra morta” o Palermo vuole riqualificare questi spazi?

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: